Sostienici

Campagna di sostegno per L'Editoriale


Cari lettori de L'Editoriale la situazione economica non è delle più belle e, noi per primi, ne stiamo subendo le conseguenze. Dal 1992, circa 22 anni, con continui sacrifici da parte di tutti coloro che collaborano con noi, cerchiamo di raccontarvi le storie di questa città, della politica, dell'economia, della cultura, della scienza, del sociale, della società contemporanea. E…molto altro ancora.

Ma il nostro, soprattutto, è stato e sarà un giornalismo d'inchiesta, con la partecipazione attiva di molti professionisti tra giornalisti, critici e curatori, sempre allo scopo di scoprire cosa bolle nel pentolone della politica, per portare a conoscenza di tutti voi le malefatte e lo strapotere della casta. Ci siamo anche interessati di singoli casi di privati cittadini, perché sono moltissimi, coloro che si rivolgono a noi, come fossimo difensori civici; ed in effetti…lo siamo.

Ogni giorno, L'Editoriale, sia cartaceo che online, analizza i fatti, svolgendo quel ruolo che la libera stampa e libera informazione, dovrebbero avere a difesa degli interessi della comunità e del singolo cittadino, il garante della democrazia. Per svolgere questo ruolo è necessaria l'indipendenza economica rispetto ai politici, alle lobby e ai gruppi di potere. Sappiamo che siete in molti a condividere il nostro modo di scrivere, siete in molti a leggere il nostro giornale distribuito gratuitamente in edicola e nei luoghi pubblici. Ora però, proprio perché è gratuito, abbiamo bisogno del vostro aiuto, chiediamo una mano a coloro che, da circa un quarto di secolo ci seguono, magari anche non condividendoci.
E questo nostro comportamento non piace ai politici e amministratori locali che vorrebbero solo piaggeria e compiacenza, c'è addirittura chi va in giro a minacciare i nostri inserzionisti pubblicitari. C'è anche chi quotidianamente ci porta in tribunale proprio allo scopo di arginare il diritto di critica e di informazione.

Ti chiedo pertanto di prendere in considerazione di donare qualcosa, quello che puoi, per proteggere e sostenere kiasma e con essa l'arte, la cultura, l'architettura, le bellezze naturali e l'ambiente.

Grazie 

Peppe Vespa, Fondatore di Kiasma.

Chi volesse sostenerci economicamente può farlo, versando il proprio contributo su:

IBAN: IT06 E083 2703 6000 0000 0016 050


Utilizziamo i cookie per assicurarvi la migliore esperienza nella navigazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si presta il consenso all'uso dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.